Il Mattino: Vigna Ortale 2019 Cantine Di Marzo, il cru di Greco che affascina il palato nobile

“Serve sempre tanto coraggio a produrre un cru perché si scommetta sulla vocazione di un pezzo di terra, a produrre vino di qualità ogni anno senza ricorrere a compensazioni di uve da altre zone. Una scommessa temeraria che Ferrante di Somma ha portato avanti con la determinazione di ben tre cru di Greco di Tufo: Vigna Ortale, Vigna Laure e Vigna Serrone. Delle tre la più selvaggia da domare è proprio Vigna Ortale (…) Si tratta di una Riserva ai suoi primi passi (…)”

(Luciano Pignataro)

Per l’articolo completo cliccare sulla foto sottostante:

Prev LaRepubblica: Cantine Barone quel Primitivo nel Cilento
Next Corriere del Mezzogiorno: Da I Favati il Rose Season, autentico rosato di Irpinia

Comments are closed.

error: Contenuti protetti
0