LaRepubblica: Rosso “2 Vite” una coppia felice di stare insieme

“Giancarlo Moschetti, napoletano di una famiglia giramondo, fa della fantasia uno stile di lavoro. Cattedra all’università di Palermo distaccata a Marsala, ubiquo e volubile nelle sedi ma rigoroso nel metodo, cede alla noia di curare vino per una sola cantina e spiegarlo agli studenti siciliani. Da qualche anno non solo insegna, crea. L’Aglianico di Taurasi è austero, potente, quindi monotono. Prova a renderlo più gentile per trasferirlo in una sua visione. Per il vitigno delle severe colline irpine cercava un partner. Nella professione ce l’ha, Vincenzo Mercurio, winemaker di preziosa versatilità, un amico. Mercurio, stabiese che vive di esperienze sempre nuove, gli suggerisce un audace compromesso. La forza tannica e scorbutica dell’Aglianico al 65% e l’impunita vivacità del Piedirosso vesuviano di Lettere al 35% per un rosso tutto da raccontare. Etichetta da filosofo esistenzialista: “2 Vite”, un rosso intenso che chiude due terre e culture diverse.” (Antonio Corbo)

Per l’articolo completo cliccare sul link sottostante:

https://ricerca.repubblica.it/repubblica/archivio/repubblica/2022/01/13/rosso-2-vite-una-coppia-felice-di-stare-insiemeNapoli12.html?ref=search

Prev LaRepubblica: Bosco dei Medici con cantina da gran turismo
Next La Repubblica - Maura Sarno il Fiano che corre verso il Vinitaly

Comments are closed.

error: Contenuti protetti
0