Tag:redwine

Calidio Rosso del Molise Doc 2016, Campi Valerio – LucianoPignataro wineblog

“Il piccolo Molise non è soltanto territorio di Tintilia, Aglianico, Trebbiano e Falanghina ma, similmente a tutte le altre regioni centrali ed in parte anche quelle insulari e meridionali, qui è abbastanza diffuso il Montepulciano. Ne è un esempio il Calidio Rosso del Molise Doc 2016 prodotta dalla piccola azienda Campi Valerio, un Montepulciano in purezza vendemmiato a metà ottobre. Soltanto acciaio e vetro. (…) Alla vista si manifesta un bel colore rosso rubino pieno e lucente. Leggiadro il bouquet che espande […]

Continua a leggere

Nero di Troia Castel del Monte Doc 2017 Masseria Faraona – LucianoPignataro wineblog

“L’etichetta Nero di Troia Castel del Monte Doc 2017 di Masseria Faraona, azienda seguita dall’enologo Vincenzo Mercurio (…) Nero di Troia in purezza fermentato in serbatoi di acciaio e poi il vino è maturato in acciaio e barriques per dieci mesi ed elevato in vetro per tre mesi. Alla vista si presenta un bel colore rosso rubino vivo e lucente. Il naso si tuffa avidamente nel bicchiere per aspirare ampi e pregevoli profumi di ciliegia, prugna, mora, ribes, mirtilli, viola ed erbe aromatiche […]

Continua a leggere

Lautonis Casavecchia Terre del Volturno Igp 2017 Il Verro – LucianoPignataro wineblog

“Se si dice Pallagrello rosso e bianco, Casavecchia e Coda di Pecora allora siamo sicuri che siamo davvero in presenza di specie autoctone che sono allevate soltanto nel comprensorio dell’Alto Casertano tra la Valle del Volturno ed il monte Maggiore presso i comuni di Pontelatone, Formicola, Liberi e Castel di Sasso, dove i succitati vitigni sono stati riscoperti e valorizzati da alcune aziende vitivinicole locali. L’azienda Agricola Biologica Il Verro di Formicola, che appartiene a Cesare Avenia e che si avvale della consulenza […]

Continua a leggere

Chiamalo Piedirosso, o Per’ e Palummo, e’ comunque un affascinante vino campano. Le migliori etichette in commercio – Bosco De’ Medici, Masseria Felicia (Slowfood.it)

   (…) Con il Piedirosso ci troviamo di fronte a un’uva di antichissima origine. Si tratta di una varietà quasi esclusivamente campana, raccomandata nelle cinque province della regione dove occupa una superficie totale che, nell’ambito delle uve rosse, è seconda solo all’aglianico. Tra le aziende produttrici ritroviamo Bosco De’ Medici e Masseria Felicia BOSCO DE’ MEDICI, Pompei (NA) Dai vigneti delle famiglie Palomba e Monaco, posti all’interno del Parco Nazionale del Vesuvio, su terreni vulcanici con forti componenti sabbiose, proviene […]

Continua a leggere

Opalia Tintilia del Molise Rosso Doc 2015 Campi Valerio – LucianoPignatarowineblog.it

L’Azienda Campi Valerio situata a Monteroduni in provincia di Isernia, curata dall’enologo Vincenzo Mercurio produce una Tintilia in purezza a 600 mt slm: Opalia Tintilia del Molise Rosso Doc 2015. (…) “Nel bicchiere un colore rosso rubino intenso, bello vivo ed ancora giovane. Profilo olfattivo complesso ed avvolgente, caratterizzato com’è da un elegante afflato di frutta fresca come la marasca, i mirtilli, le more ed i ribes. (…) In bocca arriva un sorso caldo, voluminoso, sapido, segnato da un’ottima acidità. Tannini abbastanza […]

Continua a leggere

Italy’s Indigenous Varieties, Part One – Forbes.com (Tom Hyland)

Tom Hyland su Forbes ci parla delle varietà autoctone italiane tra cui l’Aglianico: “L’aglianico è la varità di uva a bacca near più famosa della Campania principalmente quella di Taurasi la più importante e longeva in Italia. (…) Un altro eccellente esempio di base Aglianico è quello del Taburno, nella provincia di Benevento in Campania. Sebbene meno intenso dell’Aglianico di Taurasi, i migliori esemoi di Aglianico del Taburno si possono ben bere fino ai successivi 10-15 anni, tra le aziende […]

Continua a leggere

Premiati da Legambiente i migliori vini biologici e biodinamici d’Italia – agricoltura.legambiente.it

Simbiosi – Beneventano Rosso Igp/Igt 2016 di  Fattoria La Rivolta a Torrecuso (BN) tra i migliori rossi biologici e biodinamici premiati da Legambiente. Inoltre, un gruppo di neolaureati del Corso di Laurea in Viticoltura ed Enologia dell’Università di Pisa hanno valutato, tra i vini Biologici partecipanti alla Rassegna-Degustazione, separatamente dalla Commissione, quelli più graditi ad un pubblico giovane ed hanno selezionato il Taburno Falanghina del Sannio Dop 2018 Fattoria La Rivolta. “Quello con la rassegna-degustazione nazionale dei vini biologici e […]

Continua a leggere

Bosco de Medici – Pompei Rosso 2018| Campania Stories 2019 – Tipicamente.it

Pompeii Rosso 2018 di Bosco de’ Medici tra i più interessanti rossi campani “di pronta beva” in seno all’evento Campania Stories 2019: “Il Pompeii Rosso 2018 di Bosco de’ Medici corrisponde pienamente al profilo. Piedirosso in purezza proveniente dall’area vesuviana di Terzigno (Vigna La Rotonda, 250-300 metri sul livello del mare), matura in acciaio e tonneau dopo fermentazione e macerazione pellicolare in inox (…) si intuisce anzi un pregevole fondo vulcanico e una silhouette composta, rigorosa, ordinata.” (Paolo de Cristofaro, tipicamente.it) Per l’articolo completo cliccare sul link riportato […]

Continua a leggere

5StarWines the Book – Vinitaly 2019

IRPINIA DOC ROSSO CAMPI TAURASINI “CRETAROSSA” 2012 AZ. VITIVINICOLA I FAVATI DI PETROZZIELLO ROSANNA – CESINALI (AV) Punteggio 91 GRECO DI TUFO DOCG “COLLE SERRONE” 2017 AZIENDA AGRICOLA DI MARZO – TUFO (AV) Punteggio 91 GRECO DI TUFO DOCG 2016 CANTINA BAMBINUTO SOCIETÀ AGRICOLA SAS DI AUFIERO MARILENA & C. – SANTA PAOLINA (AV) Punteggio 90 GRECO DI TUFO DOCG “LAURE” 2017 AZIENDA AGRICOLA DI MARZO – TUFO (AV) Punteggio 90 Ecco le aziende premiate dalla giuria del  5StarWines (inserite nella […]

Continua a leggere

Il Cesanese, uno e trino: le migliori etichette tra Affile, Piglio e Olevano Romano – Slowine

Marco Antonelli tra i produttori top del Cesanese di Olevano Romano, raccontato da Slowine in un percorso alla scoperta del vitigno Cesanese: “Negli ultimi due decenni c’è stata una giusta riscoperta e una virtuosa valorizzazione di varietà autoctone banalmente definite “minori” come il Cesanese, vitigno autoctono a bacca nera che meglio rappresenta la vitivinicoltura del Lazio, con ben tre declinazioni: Cesanese del Piglio, Cesanese di Affile e Cesanese di Olevano Romano. Marco Antonelli propone ben tre versioni di Cesanese di […]

Continua a leggere
error: Contenuti protetti