L’Ager Falernus, oltre duemila anni di storia sulla bocca di tutti, le degustazioni della Masterclass – Larcante.com

“La storia ci ha sempre raccontato che il Falernum già in epoca romana veniva considerato vera e propria rarità enologica” (…) Interessante la masterclass guidata da Angelo di Costanzo in collaborazione con il consorzio ViTiCa. Tra i vini protagonisti il Falerno del Massico rosso Etichetta Bronzo 2013 Masseria Felicia – Sessa Aurunca: “Camminare a passi lenti e brevi tra i filari e lasciarsi cogliere da un sorriso, quasi una smorfia della bocca che si trasforma in mezzaluna, e illuminare l’aria. Questa semplice azione che poi si è trasformata in abitudine, è quella che ha spinto Maria Felicia a viverci tra queste vigne e questi uliveti. Collocata alle falde del Monte Massico, eccoci dinanzi ad un Falerno del Massico di antica tradizione e nuova identità. Etichetta Bronzo duemilatredici è un rosso meravigliosamente squadrato, dal colore rubino profondo con delicate sfumature di alleggerimento sull’unghia del vino nel bicchiere. Il naso è ricco, subito verticale, parte sfrontato, accigliato, speziato, poi viene fuori l’amarena, la prugna, sentori di tabacco. Il sorso è slanciato, perentorio il tannino, tanto è caparbio che ti sembra quasi di masticarlo, ma lo perdi tra un morso e l’altro del frutto polposo e gaudente.” (Angelo di Costanzo)

Per l’articolo completo cliccare sul link riportato alla voce fonte.        

“The history has always told us that the ancient Falernum during the Roman period was considered a real wine rarity.” (…) Very interesting the masterclass led by Angelo di Costanzo together with the ViTiCa consortium. Among the leading wines, the Falerno del Massico rosso Etichetta Bronzo 2013 Masseria Felicia – Sessa Aurunca (Caserta): “Walking slowly, with short steps among the vineyards and smiling, shining the air. This simple action becoming an habit, is all what made Maria Felicia Brini happy to live in that place. The winery Masseria Felicia is situated on the slopes of Mount Massico, here it is a Falerno del Massico as the expression of an ancient tradition anyway with a new identity. Bronze Label vintage 2013, it is a deep red ruby wine with delicate clear shades in the glass. On the nose, it is rich, spicy, then you can smell the cherry, the plum, tobacco hints. The sip is slender, peremtory tannins, a very stubborn wine but between one sip and onother one it is warm and pleasurable.” (Angelo di Costanzo)

For the entire article click on the link below, please.

Fonte: larcante.com

 

 

Prev Beviamoci Sud : I rossi del Sud di Vincenzo Mercurio – LucianoPignataro wineblog
Next Beviamoci Sud 2020: i migliori rossi della due-giorni romana – LucianoPignataro wineblog

Comments are closed.

error: Contenuti protetti